giovedì, 20 Giugno 2024

LAS VEGAS

Come il velenosissimo serpente a sonagli del Mojave, dalle frequenti mute, Las Vegas ha già vissuto numerose trasformazioni al tempo in cui Faust comincia a fotografarla nel 1987. L’artista arriva a Las Vegas, ormai centro nodale del West americano, con un dichiarato approccio documentario e l’obiettivo di rappresentare il “nuovo ordine spaziale” incarnato dalla città. Affrontando l’American dream ipercapitalista e i suoi tanti incubi, nell’arco di tre decenni dà vita a un caleidoscopico assemblaggio di immagini che oscilla tra antropologia, tassonomia, architettura e pubblicità, in equilibrio su un filo che attraversa abissi esistenziali di storia, memoria e illusione. Niente sembra vero, ma lo è.

 

Daniel Faust (1956) è un artista noto a livello internazionale il cui lavoro verte spesso su raccolte enciclopediche di fotografie. Il suo archivio di diapositive e film comprende 20.000 immagini provenienti da America, Europa, Asia, Sudafrica, Medioriente, Brasile, India, Nuova Zelanda e altri paesi.
I suoi lavori sono stati esposti, tra gli altri, al Metropolitan Museum of Art, New York; alla Gwangju Biennale (Corea del Sud); alla Istanbul Biennial; al Museum of Modern Art, An-versa; San Jose Museum of Art, CA (USA); Vienna Secession; all’Institute of Contempora-ry Art, Boston; al Documenta, Kassel, Germania. Faust ha frequentato la Alfred University NY, University of California Santa Cruz, School of the Art Institute of Chicago, Interna-tional Center of Photography/New York University.


DANIEL FAUST

LAS VEGAS

Musei Civici Bologna / Museo Civico Archeologico
Via dell’Archiginnasio, 2

BOLOGNA 18.10 – 26.11.2023
MARTEDÌ–DOMENICA, ORE 10–19

 

fotoindustria.it

mast.org


+ There are no comments

Add yours

Comments are closed.

You May Also Like: