• 1 Luglio 2022 15:36

Incontro con Guido Sgardoli

L’uscita del nuovo libro Funeral Party edito da Piemme è stata l’occasione per dialogare con l’autore per i ragazzi e le ragazze degli Avamposti Fuorilegge, coordinati da Equilibri e di altri gruppi di lettura presenti a Bologna e fuori città.

Laureato in medicina veterinaria all’Università di Bologna, Guido Sgardoli, nato a San Donà di Piave (VE) nel 1965 e vive a Treviso, coltiva fin da giovanissimo la passione per la scrittura, il disegno e l’animazione.
Dopo una serie di racconti pubblicati all’interno di riviste e antologie, nel 2004 esordisce nella letteratura per ragazzi. Pubblica con i maggiori editori italiani (Giunti Editore, Adriano Salani Editore, Edizioni EL, Arnoldo Mondadori Editore, Edizioni Piemme, Rizzoli, De Agostini) e nel 2009 riceve il Premio Andersen come miglior scrittore per ragazzi. Nello stesso anno vince il Premio Bancarellino con il libro Eligio S. – I giorni della ruota edito da Giunti Editore.
Il libro Due per uno (Nuove Edizioni Romane, ripubblicato da Giunti Editore) riceve il Premio Cento del 2011 e il Premio biblioteche di Roma del 2012.
Il romanzo The Frozen Boy (Edizioni San Paolo) vince nel 2012 il premio LiBeR assegnato dalla rivista omonima come miglior libro del 2011 e viene inserito nella Honour List della International Board on Books for Young People (IBBY) per l’Italia.
Vince nuovamente il Premio Andersen nel 2015 con il romanzo sulla prima guerra mondiale Il giorno degli eroi (Rizzoli) e ancora nel 2018 con L’isola del muto (Edizioni San Paolo), che viene incluso nella selezione White Ravens 2019 della Internationale Jugendbibliothek di Monaco di Baviera.
Nel 2019 il romanzo thriller The Stone – La settima pietra (Edizioni Piemme) vince il Premio Strega Ragazze e Ragazzi nella sezione 11+ e subito dopo ne vengono acquisiti i diritti cinematografici.
Nel 2020 pubblica il romanzo Le belve (Edizioni Piemme) scritto a quattro mani con Manlio Castagna. Anche in questo caso vengono immediatamente venduti i diritti cinematografici.
Le sue opere sono tradotte in dodici lingue e adattate per il teatro. Collabora con riviste e quotidiani nazionali scrivendo articoli e racconti.

Principali riconoscimenti:

Selezionato nella lista White Ravens 2007 con il libro “Il grande libro degli Sgnuk” (Giunti);
Premio Penne 2007 con il libro “Kaspar, il bravo soldato” (Giunti);
Premio Gigante delle Langhe 2009 con il libro “Il disinfestatutto” (Nord-SudEdizioni);
Premio Bancarellino 2009 per “Eligio S. I giorni della ruota” (Giunti);
Premio Andersen 2009, come miglior scrittore con la seguente motivazione:
Per essere, fra gli autori emersi negli ultimi anni, la voce senza dubbio più interessante e nuova. Per una produzione narrativa capace di affrontare temi, moduli narrativi e pubblici diversi, ma sempre con risultati alti e convincenti. Per averci regalato un romanzo di assoluto valore e sapiente costruzione come “Eligio S. – I giorni della Ruota”.
Finalista Premio Andersen 2011 con il romanzo “The Frozen Boy” (Edizioni San Paolo); selezionato dalla International Board on Books for Young People Italia (IBBY) come miglior scrittore nella Honour List 2012, con il romanzo “The Frozen Boy” (Edizioni San Paolo); White Ravens 2012 con “The Frozen Boy” (Edizioni San Paolo);
Premio LiBeR miglior libro del 2011 per “The Frozen Boy” (Edizioni San Paolo);
Premio Cento, Premio Biblioteche di Roma 2012 per “Due per uno” (Nuove Edizioni Romane);
Premio Internazionale Ceppo Ragazzi 2013 per la Letteratura per l’Infanzia e l’Adolescenza
Premio Andersen 2015 – Libri per l’Infanzia e l’Adolescenza sulla Grande Guerra a “Il giorno degli eroi” (Rizzoli)
Premio Frignano Ragazzi 2015 – “Il giorno degli eroi” (Rizzoli)
Premio Andersen 2018 – Miglior libro oltre i 15 anni a “L’isola del muto” (Edizioni San Paolo)
Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 – Categoria 11+ a “The Stone – La settima pietra” (Piemme)